martedì 5 dicembre 2017

Le bimbe del Festivalbar

Daniele Bossari​ ha vinto il Grande Fratello VIP​.
Ho tifato per lui sin dalla copertina di Tv Sorrisi e Canzoni​ che annunciava i partecipanti, quella in cui si definiva “esperta di tendenze” una senza ne’arte ne’ parte ed in cui vedevo, per la prima volta nella mia vita, la metà del cast di questo reality. Dovendo scegliere un preferito, ne volevo uno a cui almeno riconoscere una professione e delle competenze, uno con dei modi garbati e gentili, perché - chiamatemi strana- per me valgono ancora più di tutto. Uno che non girasse tutto il giorno a petto nudo in pieno Novembre e non sfoggiasse tatuaggi con Padre Pio, dei draghi feroci, il nome della cugina e la data ricordo di quando un proprio selfie ha superato i 10K like su Instagram. Uno che le scuole dell’obbligo le ha fatte, conosce i congiuntivi, non bestemmia, nell’ armadio si infila al massimo per prendere il suo poncho in cachemire e che, nonostante abbia una fidanzata e una figlia bellissime, queste non vanno in studio ad ogni puntata a gridare e litigare con Simona Izzo​ o con il dietologo delle Star nel salotto di Barbara d'Urso​. Uno che non si fa le sopracciglia ma che al limite dovrebbe prendere atto del tempo che è passato e tagliarsi i radi capelli, questo sì Dany. E poi, e questo è un mio debole lo ammetto, uno che fa radio. 
Insomma ha vinto lui e giustamente, arrivando laddove non è volata l’ ape regina Malgy e dove non sono arrivate le fan di quella certa Giulia, perché - e cito una saggia amica - “le Bimbe della De Lellis non possono battere quelle del Festivalbar​”... nemmeno nel giorno del compleanno della Queen Maria​! 🏆

#DanieleBossari
#GfVip
#teamboss



giovedì 28 settembre 2017

Famelica

Da un mese mi alzo alle 7 del mattino e vado a correre.
Altro che Benedetta Parodi, Antonella Clerici e Chiara Maci, ormai seguo solo la "difficilissima" ricetta  del pollo alla piastra di Elisabetta Canalis ed il mio frigo è "pulito" come un tossico dopo un ciclo di rehab.
Certi giorni sembrano così lunghi e non voler passare mai, eppure provo a tenermi impegnata per non pensarci, ma porca di una miseria, ladra, pezzente, bastarda, cieca e infame, non so se succede anche a voi, ma io a quest'ora c'ho 'na fame...

#butIsayNoNoNo





mercoledì 13 settembre 2017

Cetriolini


Questa sera giocava la Roma e, abitando vicinissimo allo stadio, sono uscita prima dal lavoro per garantirmi un parcheggio per la mia macchina.Tornando a casa in un'orario in cui da piccola vedevo Bim Bum Bam​  a un certo punto, proprio come all'epoca, mi è venuta fame: "mangerò qualcosa dal frigo" penso,  ma prima urge fare una premessa: Sono un'adorabile padrona di casa!
Mi piace ospitare i miei cari e prendermi cura di loro, talmente tanto che da sempre compro delle cosucce da tenere nella dispensa, ovviamente tenendo conto dei gusti dei miei ospiti. Chi passa da casa mia - e qui chiamo a rapporto chiunque tra voi lo abbia fatto - sa che all'improvviso tireró fuori dei tarallini pugliesi e birra per un aperitivo, un gelatino a sopresa come fine cena, il vino non manca mai, così come le bibite alcoliche e non, e c'è chi potrebbe confermare di aver mangiato kg di Caramelle Rossana​ che un tempo compravo - pur non piacendomi - solo per  un ospite un po' più "viziato" degli altri. Insomma, se dovesse mai venire un'epidemia di peste, potete stare tranquilli che io in casa qualcosa di commestibile per degli ospiti ce l'avrei sempre... o quasi.
E a tal proposito, torniamo ad oggi pomeriggio e a quella fame dettata dalla noia che mi attanagliava: uova, olive taggiasche, sottilette light, yogurt greco, mezza bottiglia di Aperol ed una bottarga di muggine sotto vuoto, roba che  nemmeno all'Invention Test di MasterChef Italia​ saprebbero cosa farne, ed io nel mentre avevo ancora fame, anzi , come insegnano i Ferrero Rocher​ - la mia era più voglia di qualcosa di buono e in frigo non c'era proprio niente che mi sconquifferasse. Ho guardato quindi nel pensile: passata di pomodoro, 3 tipi di riso, mandorle tritate... e che ci faccio?!!? Ci sarebbero state delle freselle (wow), ma non avevo nulla da metterci sopra, allora ho guardato il ripiano più alto (hai viso mai che vi si nasconda qualche "bonuria" che possa appagarmi?), ma anche no: tonno, farina integrale, barattoli di legumi e niente più. E meno male che io ero quella che aveva sempre qualcosa in casa per i  suoi ospiti, eh! Metti che arrivi all'improvviso l'uomo della mia vita alla porta, cosa gli offro io, la farina di Kamut?!!? Sono una padrona di casa demmmerda ed è ufficiale, resterò sola a vita!
Ma... aspetta però, perchè a quel punto vedo qualcosa lì dietro, allora mi allungo per vedere meglio: attenzione amici, c'è un vasetto!!! 
Sarà caviale? Una salsa al tartufo? Un Patè di olive o una speciale mostarda? No, solo degli inutili cetriolini sott'aceto che non mi piacciono ovviamente, anzi mi fanno proprio cagare, forse non ne conosco più neanche il sapore, oltre che la provenienza. Ma che ci fanno qui? Io non ricordo neanche di averli mai comprati, li guardo e li riguardo e proprio non ne capisco l'utilità nel  mondo, non credo nemmeno dovrebbero far parte della catena alimentare, e comunque non dovrebbe trovarsi nella mia cucina, nel giorno in cui cerco qualcosa da piluccare, un barattolino intonso, sigillato e con la data di scadenza dell'anno scorso!!!
Ribadisco: che diavolo me ne faccio e come ci sono finiti qui?
AaaAh... adesso ho capito e ricordo tutto, anche perchè conosco solo una persona al mondo ghiotta di cetriolini, peccato che però io non sappia più niente che lo riguardi:  non ci vediamo più e nonostante all'epoca della frequentazione avessi invitato più volte quella persona, a casa mia alla fine non era mai venuta, lasciandomi di tutta risposta questo suo irrinunciabile ricordo, degli inutili cetriolini sott'aceto, e per di più scaduti. Accidenti alla mia solita smania di far trovare qualcosa di gradito agli ospiti, ma da allora ho imparato la lezione e scelto di essere meno ospitale per seguire le mie esigenze prima che quelle degli altri. Per la cronaca, ho buttato il dolce "souvenir" nel vasetto e la mia voglia di qualcosa di buono non è assolutamente stata appagata dalla fresella secca, tanto che ho pensato sia un vero peccato che con quella persona ci siamo persi di vista, sennò oggi sai sti ca*** di cetriolini che fine facevano?!!? 🥒

#avolteuncetrioloèsolouncetriolo
#cucumber

lunedì 11 settembre 2017

Miss Italia

È difficile da accettare ma forse non mi sposerò mai come invece sognavo da bambina , a questo punto non credo avrò i 4 figli maschi di cui da anni, ho già deciso i nomi, comincio finalmente anche a comprendere che non avrò mai quello stipendio a cui ambivo appena laureata e che quindi non riuscirò mai a comprare la mia villa alle Baleari. E' vero che volere è potere ma, se non riesco nemmeno a liberarmi degli operatori delle varie compagnie telefoniche che mi tampinano con le loro offerte del menga, immagino di dover rinunciare presto anche al sogno di condurre in coppia con Linus !
Mi dispiace per me e per la mia famiglia se non ho spiccato in nessun campo: non mi sono mai impegnata abbastanza nella pallavolo, non ho mai fatto medicina come dicevo di voler fare e quindi non ho scoperto un vaccino miracoloso, inspiegabilmente nessuno farà una serie TV sulla mia vita , non ho inventato l'App che ci rendesse tutti milionari, non gioco mai al Superenalotto e non ho mai fatto niente per rendere il mio un paese migliore.
Per fortuna che a quello ci ha pensato Alice Rachele Arlanch, la nuova #MissItalia.
Chapeau 👑

#ilbelpaese